Questa è la storia di Lupo in versi

Una lettura musicale per i più piccoli.


Ecco, cominciamo. 

Oggi c'è Lupo.

Cosa farà?

Dove andrà?

Chi incontrerà?

Questa è la storia di Lupo in versi.






Hai capito? 

Puoi usare tutte le onomatopee scritte sul libro ed incastrarle nella piccola sequenza ritmica che hai ascoltato. 

Mi raccomando, imita le azioni e fai molte facce da lupo!

Ora puoi continuare fino a... 


...quando potrai inserire una melodia.


Con lo stesso principio puoi usare e cantare questa melodia con il testo suggerito dal libro... fino alla fine!


Lupo in versi si presta veramente bene per una lettura con bambini molto piccoli (intorno ad un anno di età) e presenta uno dei personaggi più ricorrenti nella letteratura per l'infanzia.

Quello che hai ascoltato è solo un'idea di come poter leggere questo libro che peraltro riesce ad essere molto musicale anche soltanto leggendo il testo.

A te!






Il libro ha vinto la VI edizione 2015 del premio Nati per Leggere "per il coraggioso tentativo da parte di un piccolo editore di percorrere il difficile territorio della creazione di libri per bambini, ideando nuove modalità di comunicazione iconiche e verbali". Sezione Nascere con i Libri (0-18 mesi). 

Per approfondire puoi leggere qui e qui

Per acquistare puoi andare in libreria o su Amazon.


E questa è la storia di Lupo in versi.

Ti è piaciuta?

2 commenti:

  1. Ho il libro da un po' ma l'ho sempre sfogliato "distrattamente". Ora voglio sperimentare i tuoi consigli con la mia bambina di 10 mesi. Sono sicura che ne sarà entusiasta!!! Grazie per questo blog bellissimo! Da mamma/blogger lo trovo un'idea strepitosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva Lupo! Sarà felice di conoscervi meglio :) Anche tu hai un blog bellissimo!

      Elimina

Popolari questa settimana

Chi sono

La mia foto

Da piccolo ogni padella che trovavo in cucina si trasformava all'istante in un tamburo, ogni coperchio in un piatto della batteria da suonare con i cucchiai.

Da grande sono diventato un contrabbassista, 7 anni in Conservatorio a Roma e poi in giro per l'Italia a suonare con varie orchestre.

Sempre da grande quando sono entrato all'Orff-Schulwerk ho preso i cucchiai lì per terra e girando e suonando ogni cosa rotonda sono entrato anche nella stanza di Musica in Culla

- Che cos'è quello? - mi domandai dopo aver visto un grande telo a spicchi colorati. Sono rimasto per scoprirlo.

Oggi (da piccolo) mi dedico principalmente all'educazione musicale per l'infanzia e chiedo sempre a tutti i bimbi se nella loro cucina ci sono le padelle.