CiaU Lab - La casa di CiaU

Storia dell'inizio di un'avventura.


 Sono emozionato. 

Un po' perché è da moltissimo tempo che non aggiorno il blog con nuovi articoli, un po' perché quello che sto per raccontare è una cosa a cui pensavo da tanto.

Un luogo, una casa di CiaU.

Ho cercato, cercato, cercato in questi mesi un posto a Roma che potesse essere adatto per realizzare un piccolo sogno. Mi immaginavo lì seduto a terra insieme a tante piccole persone mentre realizzavo le attività musicali che sai, mentre leggevo i libri che sai insieme alla musica. Mi immaginavo mentre condividevo esperienze di educazione musicale con i genitori, con i miei colleghi "maestri di musica" e con le educatrici, gli educatori, le maestre, i maestri che ho incontrato in questi anni e che incontrerò.


Avevo scritto una cosa…

---
Tra le tante culture che ci sono al mondo, io credo che esista anche la cultura infantile. Una cultura per sua natura provvisoria, perché riguarda il nostro incontrare e pensare il mondo nei primi anni, ma che in qualche modo sopravvive in parti profonde di noi tutta la vita. E’ una cultura preziosa, perché vicina all’origine delle cose e capace di continuo stupore. (Franco Lorenzoni)

CiaU Lab vuole essere uno spazio, un punto d’incontro per bambini e adulti, un luogo stimolante ed accogliente pensato per accogliere (appunto) e promuovere la “cultura infantile” così ben descritta dal Maestro Franco Lorenzoni nel suo libro I bambini pensano grande.

Uno spazio laboratoriale in cui bambini e adulti possano avvicinarsi gli uni agli altri attraverso l’esplorazione e la conoscenza di questa idea di “cultura infantile” in un’ottica di condivisione di esperienze formative (sia per gli uni sia per gli altri). Esperienze che si sviluppano attraverso percorsi di conoscenza di vari linguaggi espressivi così preziosi ed efficaci sia per lo sviluppo cognitivo dei bambini sia per il rafforzamento di una relazione adulto-bambino che abbia al suo interno un concetto di qualità.

Essere vicini all’infanzia vuol dire riconoscere questa cultura. I bambini possono “riconoscere” la loro cultura attraverso esperienze che nascono e si sviluppano su binari propri del loro essere. Gli adulti possono scoprire la “cultura infantile” sia attraverso esperienze condivise con i bambini stessi sia attraverso laboratori pensati per loro (adulti) che permettano di formare un’idea di infanzia costruita sugli stessi binari culturali dei bambini.

CiaU Lab vuole promuovere e realizzare laboratori che vadano in questa direzione. Senza tralasciare però il punto di vista “ricreativo” e di “divertimento” così importante nell’esperienza dell’infanzia.

Il bambino, bisogna farlo ridere. E’ più importante farlo ridere che rivelargli chissà quali misteri, fargli parte di chissà quali segreti. [...] Il riso è la cosa in più, il dono inatteso, l’al di là della protezione e della sicurezza. Ridete con lui, è vostro per la vita. Divertitevi con lui, divertitelo, arrivate alla molla del riso scatenato, senza più né senso né misura: è una conquista i cui effetti dureranno per un tempo incalcolabile. [...] Bisogna aver riso col bambino al di là di ogni equilibrio, perché l’equilibrio sia un ritorno riposante, una sensazione rasserenante, e non una conquista faticosa. (Gianni Rodari)

La struttura accoglierà bambini da 12 a 36 mesi durante la prima parte della giornata in uno spazio denominato SPAZIO INFANZIA che si propone come alternativa al classico nido d’infanzia per la sua natura di partecipazione flessibile. I bambini possono usufruire del servizio SPAZIO INFANZIA per il tempo necessario richiesto dai genitori con flessibilità di orari e giorni settimanali. Questo per venire incontro alla richiesta di quei genitori che non portano i bambini al nido ma che vogliono far socializzare i loro figli con i coetanei in un’ottica di partecipazione flessibile legata ad esigenze lavorative. Nello SPAZIO INFANZIA sarà presente una educatrice referenziata per garantire qualità pedagogica nello svolgimento delle attività. E’ prevista la partecipazione di un’altra educatrice in caso il numero di bambini superi le 10 unità compresenti.

Nel pomeriggio CiaU Lab organizzerà laboratori dedicati anche a bambini più grandi. Potranno essere accolti bambini fino ai 6 anni. Laboratori “culturali” di lettura e musica tenuti da personale esperto. Laboratori “ricreativi” e creativi di arte e manualità sempre con personale esperto. Due laboratori al giorno, dal lunedì al venerdì, con lo stesso tema a cui potranno partecipare bambini con età vicine (0-3 anni insieme ai genitori e 3-6 anni).

Nel weekend sono previsti appuntamenti sulla genitorialità, corsi di formazione dedicati ad insegnanti e genitori, feste di compleanno a tema.

---

Avevo scritto così.

Ora ho trovato uno spazio per CiaU Lab. 

A Roma. 


E' una zona che a me piace moltissimo, c'è il fiume Aniene che circonda tutta l'area del quartiere, ci sono grandi spazi verdi che abbracciano la Via Nomentana, c'è la scuola lì in fondo alla strada, c'è il mercato sulla via principale, la fermata della metro e la piccola stazione del trenino regionale.

C'è tutto questo e tra poco ci sarà anche CiaU Lab - Spazio culturale e ricreativo per l'infanzia.


C'è un numero di telefono: 345 992 0648
Funziona anche con WhatsApp.

C'è un indirizzo email: ciaulab@mail.com

C'è una pagina Facebook.

C'è un piccolo sito web.

C'è una newsletter a cui puoi iscriverti per ricevere aggiornamenti sulle attività dello spazio.

C'è tanta voglia di cominciare.


 Sono emozionato.

Grazie per aver letto questo post.

2 commenti:

  1. Sono molto felice per te!
    Fortunati tutti quelli che ti incontreranno!
    Buona fortuna

    RispondiElimina

Popolari questa settimana

Chi sono

La mia foto

Da piccolo ogni padella che trovavo in cucina si trasformava all'istante in un tamburo, ogni coperchio in un piatto della batteria da suonare con i cucchiai.

Da grande sono diventato un contrabbassista, 7 anni in Conservatorio a Roma e poi in giro per l'Italia a suonare con varie orchestre.

Sempre da grande quando sono entrato all'Orff-Schulwerk ho preso i cucchiai lì per terra e girando e suonando ogni cosa rotonda sono entrato anche nella stanza di Musica in Culla

- Che cos'è quello? - mi domandai dopo aver visto un grande telo a spicchi colorati. Sono rimasto per scoprirlo.

Oggi (da piccolo) mi dedico principalmente all'educazione musicale per l'infanzia e chiedo sempre a tutti i bimbi se nella loro cucina ci sono le padelle.