Nella foresta di tubi


Come posso usare i tubi intonati con le classi di musica di bambini di 3 anni?

Una domanda che mi sono fatto spesso... e mi faccio ancora, anche dopo aver realizzato l’attività descritta in questo post, perché ritengo che i tubi abbiano moltissime potenzialità didattiche tutte da scoprire anche con i bambini di 2 / 3 anni.

Con bimbi da 4 anni in su è un po’ più semplice trovare ed inventare attività con i tubi intonati...
hai mai provato a cercare boomwhackers su Pinterest o su YouTube?

Dicevo…

Come posso usare i tubi intonati con le classi di musica di bambini di 3 anni?

...raccontando loro che oggi andremo in una foresta magica e colorata e che proveremo ad attraversarla insieme per scoprire la sorpresa che si trova lì alla fine!

Ma siccome la foresta è magica, dobbiamo prima cercare due tubi magici per suonare la nostra formula magica musicale che ci aiuterà far crescere la foresta.

Cammina cammina alla ricerca dei tubi... dopo un po’ ecco che troviamo i nostri due tubi (Re e La) nascosti dietro la porta dell’aula e con grande curiosità li portiamo dentro e cerchiamo la nostra formula magica musicale suonando (battendo) i tubi seduti sul pavimento.


E’ importante per la novità dello strumento e per l’età dei bambini (è la prima volta che vedono i tubi) fornire loro un modello e quindi sarà l’insegnante a suonare la prima formula magica (ho suonato i due tubi, uno per mano, con un ritmo regolare per quattro volte).

Utilizzando una melodia cantata che prevede dei momenti di silenzio da riempire con il suono dei tubi (per i musicisti: i tubi come scritto prima sono il Re ed il La per creare un intervallo di quinta giusta Tonica - Dominante) ho chiesto ai bambini di provare uno per uno.



Mentre ogni bambino suonava la sua formula musicale ho “costruito” la foresta con gli altri tubi lì in fondo all’aula così finito tutti…

Eccola la foresta!


Ora possiamo attraversarla uno per uno per trovare lì in fondo quel tamburo grande entrato all’improvviso da dietro la porta!


Ho accompagnato per mano ogni bimbo attraverso la foresta dicendo vari “Zig Zag” e lasciando la mano sul finale per farlo andare (correre) a suonare il tamburo.

Tutti ci siamo poi trovati dall’altra parte della foresta insieme anche all’altra maestra!

E tu hai usato i tubi intonati nelle tue classi?

Cosa hai fatto?

Sono curioso!

5 commenti:

  1. Purtroppo mancano i soldi per comprare materiali strutturati e l'attività musicale fatta da specialisti costa tantissimo, improponibile in tempi di crisi. Diciamo che noi insegnanti ci arrabattiamo, ma non è la stessa cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco Dada. Di questi tempi è difficile fare tutto ciò che si vorrebbe... Per i materiali bisogna fare una scelta ragionata e prendere quello che è necessario... internet aiuta un po' sui prezzi ma tant'è...
      Vedo che tu crei tantissime cose con le tue classi e posso consigliarti il blog Carta e colori (trovi il link nelle "Letture" qui a destra) da cui puoi prendere spunto per costruire strumenti musicali con materiale da riciclo.
      Nel proporre un progetto di musica portato da un educatore specializzato si potrebbero coinvolgere i genitori dei bambini per attuarlo... Mi capita spesso di andare a presentare il progetto ai genitori per far capire loro di cosa si tratta e quali sono gli obiettivi educativi condivisi anche con le maestre della scuola. Generalmente funziona bene... si potrebbe cominciare con un ciclo breve (tipo 12 incontri) per poi riproporre la cosa (se è piaciuta) l'anno successivo aumentando il numero di incontri. E' un idea...

      Elimina
    2. [aggiornamento] - Il link al blog "Carta e colori" è questo: http://www.cartaecolori.it/

      Elimina
  2. Grazie per i suggerimenti, sempre preziosi. A proposito, per un balletto ho utilizzato una musica di quelle che mi hai indicato. Grazie!

    RispondiElimina

Popolari questa settimana

Chi sono

La mia foto

Da piccolo ogni padella che trovavo in cucina si trasformava all'istante in un tamburo, ogni coperchio in un piatto della batteria da suonare con i cucchiai.

Da grande sono diventato un contrabbassista, 7 anni in Conservatorio a Roma e poi in giro per l'Italia a suonare con varie orchestre.

Sempre da grande quando sono entrato all'Orff-Schulwerk ho preso i cucchiai lì per terra e girando e suonando ogni cosa rotonda sono entrato anche nella stanza di Musica in Culla

- Che cos'è quello? - mi domandai dopo aver visto un grande telo a spicchi colorati. Sono rimasto per scoprirlo.

Oggi (da piccolo) mi dedico principalmente all'educazione musicale per l'infanzia e chiedo sempre a tutti i bimbi se nella loro cucina ci sono le padelle.