E all'improvviso... Orso, Buco!


Sapevo che mi sarebbe piaciuto... ne avevo sentito parlare... avevo letto qualcosa... l'ho cercato... poi l'ho cercato ancora che alla mia comoda libreria vicina proprio non si vedeva... proviamo qui... niente... entro per caso qui... ECCOLO!! ben due copie... stavo quasi per prenderlo su internet...

Così in un post precedente: I 5 libri più letti con la musica quest’anno al nido.

Qui invece troverai alcune attività musicali che si possono realizzare con il bellissimo libro di Nicola Grossi.


Si mette in cammino

e all’improvviso...

BADABUM!

Casca in un buco.

[...]

Attraversano il bosco


Vedrai, da questo punto, i personaggi del libro compiere due tipi di azioni:

1 - Attraversare il bosco, il fiume, il deserto.

2 - Cascare in un buco.

Puoi associare ad ogni azione delle attività musicali. 

Ti consiglio di realizzare ora le attività stando seduto con i bambini in terra e mimando i movimenti con i piedi, le mani o una parte del corpo. Questo perché poi nella seconda parte della storia potremo alzarci in piedi per rendere dinamico il finale e cambiare livello (da seduti a in piedi in movimento).

Per attraversare il bosco potresti usare un ritmo che imiti una camminata da realizzare battendo i piedi sul pavimento.

Per attraversare il fiume potresti usare le braccia che fanno il movimento di una nuotata. La musica da associare dovrà chiaramente essere “adatta a nuotare”. Puoi provare questa melodia che permette di fare ampie “bracciate” in movimento fluido.



Per attraversare il deserto puoi inventare qualsiasi cosa che abbia come tema la sabbia. Io ho usato degli ovetti/shaker per fare il suono della sabbia su questa melodia.



Per cascare in un buco ogni volta puoi imitare la caduta stendendoti a terra magari cantando l’azione con le tre note di un accordo musicale discendente.

Per esempio puoi cantare BA - DA - BUM usando l’accordo Sol - Mi - Do. Chiaramente cadrai sempre sulla nota fondamentale dell’accordo che userai.

e all’improvviso...

Un elefante!

“Vi siete persi?”

[...]


Marciano nel deserto.


Ora in piedi sù e facciamo le azioni viste prima associando anche dei movimenti nello spazio.

Vedrai che nel libro la sequenza delle azioni è invertita (questo perché i personaggi stanno tornando indietro, un po’ come accade in “A caccia dell’Orso” a cui Nicola Grossi chiaramente si è ispirata).

Puoi usare i suoni onomatopeici che trovi nel testo.

In più qui le illustrazioni suggeriscono delle strade.

Io (che a volte mi cerco le cose complicate) ho messo una fune sul pavimento disegnando il percorso della camminata. I bambini, uno per volta, hanno poi camminato seguendo la fune.

Così per me... Ora tocca a te inventare con Orso, Buco!

Il finale è bello così, semplice e divertente.


Ora Orso, Buco! si trova facilmente in libreria.

E’ vincitore del Premio Nazionale Nati per Leggere (V edizione 2014) e del Premio Orbil (2014).

Puoi visitare il sito dedicato e il minisito con tante idee creative per continuare ad inventare cose nuove dopo la lettura.

Se preferisci c’è anche Amazon.


Grazie per aver letto questo post.

2 commenti:

  1. questa settimana al nido ci proveremo... useremo Orso buco che i bimbi conoscono tanto e lo adorano e lo leggeremo con Il gatto e la libellula” di Tsuneo Taniuchui (anche questo libro molto movimentato)... questo perchè prendendo spunto da te vorremmo unire i suoni con i movimenti, usando strumenti handmade e fili colorati... ti aggiornerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... sono curioso :) Intanto io prendendo spunto da te mi sono andato a vedere "Il gatto e la libellula" che ora è nella mia "lista desideri" :)

      Elimina

Popolari questa settimana

Chi sono

La mia foto

Da piccolo ogni padella che trovavo in cucina si trasformava all'istante in un tamburo, ogni coperchio in un piatto della batteria da suonare con i cucchiai.

Da grande sono diventato un contrabbassista, 7 anni in Conservatorio a Roma e poi in giro per l'Italia a suonare con varie orchestre.

Sempre da grande quando sono entrato all'Orff-Schulwerk ho preso i cucchiai lì per terra e girando e suonando ogni cosa rotonda sono entrato anche nella stanza di Musica in Culla

- Che cos'è quello? - mi domandai dopo aver visto un grande telo a spicchi colorati. Sono rimasto per scoprirlo.

Oggi (da piccolo) mi dedico principalmente all'educazione musicale per l'infanzia e chiedo sempre a tutti i bimbi se nella loro cucina ci sono le padelle.