I tubi sul tappeto arrotolato


Eccoli lì i boomwhackers... lì in un angolo dell'aula tutti in piedi in un grande cesto ad aspettare di conoscere i bambini che tra 5 minuti entreranno per la loro lezione di musica.
Ed infatti 5 minuti dopo eccoli lì tutti i bambini intorno al cesto di tubi colorati a chiedere cosa siano e rispondersi con

sono dei cannocchiali

e poi


dei tubi dell'acqua

e ancora


sono i pezzi di un'elica di un aereo da costruire...

Allora cominciamo a conoscerli... ne prendiamo uno ognuno e andiamo in giro per l'aula provando a vedere come suonano, dove poterli battere per fare suoni diversi, sul corpo, sul pavimento, sulle pareti, tra di loro...


io tengo con due mani e tu suoni il mio con il tuo...


Ora prendo io iniziativa e (dopo aver arrotolato il tappeto) inizio a suonare il mio tubo seduto da un lato... piano piano tutti i bimbi mi seguono, si siedono vicino per unire i loro suoni di tubi al mio... concerto!



...certo, i colori uguali si siedono vicini...

Mi alzo, li lascio sperimentare, ascoltarsi, sintonizzarsi sul ritmo, collaborare...

video

Quando hanno finito prendo dei legnetti (proprio quelli che hai lì nel cassetto a scuola di musica) e li dispongo sul pavimento davanti al tappeto in corrispondenza di ciascun bambino... una coppia, uno singolo, una coppia, uno singolo, uno singolo, una coppia...

[indicando i legnetti] Quanti colpi farai Elena?

Due!

Quanti colpi farai Gabri?

Uno!


Ognuno esegue i suoi colpi...

Elena, ora ti va di fare da sola tutti i colpi che ci sono qui sul pavimento? Anche quelli dei tuoi amici?

Sì!

Ognuno esegue tutti i colpi...

Ho poi chiesto ad ogni bambino di disporre lui i legnetti sul pavimento a suo piacimento... ne sono uscite delle sequenze ritmiche meravigliose...

Io ne metto tre vicini qui!

[meraviglia]

Il passo successivo è stato quello di sostituire i legnetti con dei pennarelli del colore dei tubi dei bambini... ho scritto la prima sequenza assegnando lo stesso colore (pennarello) del tubo corrispondente...

Ogni bambino ha eseguito i colpi dei suoi pennarelli (e questa è facile) ma dopo, quando ho chiesto ai bambini di disporre loro i colori... i bambini non avevano più davanti a loro lo stesso colore

allora, inizi tu laggiù con il giallo, poi Melissa col verde e poi lui con l'arancione...

Elena, come si chiama lui?

Ehmm... Gabri!


Tutto questo è successo in tre lezioni.

Se vuoi sapere dove ho preso i tubi vai qui!

Nessun commento:

Lascia un commento su questo post

Popolari questa settimana

Chi sono

La mia foto

Da piccolo ogni padella che trovavo in cucina si trasformava all'istante in un tamburo, ogni coperchio in un piatto della batteria da suonare con i cucchiai.

Da grande sono diventato un contrabbassista, 7 anni in Conservatorio a Roma e poi in giro per l'Italia a suonare con varie orchestre.

Sempre da grande quando sono entrato all'Orff-Schulwerk ho preso i cucchiai lì per terra e girando e suonando ogni cosa rotonda sono entrato anche nella stanza di Musica in Culla

- Che cos'è quello? - mi domandai dopo aver visto un grande telo a spicchi colorati. Sono rimasto per scoprirlo.

Oggi (da piccolo) mi dedico principalmente all'educazione musicale per l'infanzia e chiedo sempre a tutti i bimbi se nella loro cucina ci sono le padelle.